Alessandra Stefani nata nel 1977, terminati gli studi linguistici si trasferisce a San Diego. Rientrata in Italia, frequenta il biennio di pittura e incisione presso l’Istituto per l’Arte e Restauro “Palazzo Spinelli” a Firenze. Parallelamente approfondisce il disegno dal vero con il pittore serbo Karan Mladen.  Nel 1998 la prima personale di dipinti Arte e poesia Atto Primo.  Nel 2000 Variazioni sul Tema, una mostra fotografica con performance video/musicali (Galleria Betta Frigeri). Tra i primi riconoscimenti ottenuti, sempre nel 2000 il “Premio Italia Arti Visive” con il dipinto “Pablo”. Nel 2005, il progetto Le mille leghe: complementi d’arredo hi tech interamente realizzati in acciaio inox privi di saldatura a vista. Esplora le imprevedibili potenzialità dell’arte sia con il proprio percorso di studi che operando personalmente, prima in autonomia poi al servizio dell’azienda che ha rivoluzionato il mercato ceramico (Laminam S.p.A.). La sua presenza alla direzione artistica lascia un’impronta profonda nella comunicazione. Il suo è uno stile ben lontano dal classico e tradizionale linguaggio “ceramico”; un pensiero non convenzionale che ha saputo raccontare l’approccio innovativo di Laminam.